Succede spesso in cucina: quando nel frigo hai quelle tre cosette da finire per forza… e ti ritrovi a inventare accostamenti e ricettine da chef stellato! (ok, forse stellato è un po’ eccessivo…).

La storia che racconta la nascita dei sottoli è molto simile. Tanto tempo fa, infatti, l’unico modo per avere a disposizione tutto l’anno alcuni cibi (verdure soprattutto), era utilizzare metodi di conservazione che riuscissero a mantenere intatti i vari alimenti per più tempo possibile.

Il metodo sottolio, ad esempio. Con questa tecnica si isolano gli alimenti dal contatto con l’aria, bloccando, in questo modo, la nascita di batteri aerobi (tutti quei batteri che più ossigeno c’è, più si riproducono). Tuttavia, l’olio non riesce a proteggere gli alimenti dai batteri anaerobi, per questo i cibi sottolio prima venivano spesso cotti o salati.

Le odierne industrie agroalimentari, dunque, fanno incetta di trucchi e idee made in massaie e contadini. E dov’è la novità? Direte voi… In effetti, si sa, da sempre l’innovazione attinge dalla tradizione per i suoi frutti migliori!

Un’azienda che ha fatto di innovazione e storia il proprio marchio di fabbrica è la ditta dei F.lli Polli, che dal 1872 conserva al meglio tutto il gusto della tradizione italiana. Non è un caso che tra i prodotti preferiti di questa azienda ci siano proprio i sottoli: tra carciofini e funghetti, i Sottoli firmati Polli sono tutti italiani, genuini e, ovviamente, golosissimi.

I Carciofini Sottolio, coltivati e raccolti nel nostro paese, offrono tutto il gusto e la qualità del chilometro zero. Ci sono i Funghetti Sottolio, sfiziosissimi champignon teneri e pronti da gustare. Per gli amanti delle tradizioni, c’è l’Antipasto con Tonno in Salsa, classico piemontese e ottimo anche come piatto unico, e l’Antipasto Arlecchino Sottolio, mix di verdure selezionate e golosissime.

Curioso di scoprire tutti gli altri golosissimi Sottoli Polli? Visita la pagina di riferimento: scopri tutta la gamma di sottoli Polli, un mondo di gusto ti aspetta!