Le proprietà del frutto cranberry sono tantissime e in particolare si rivelano utili in caso di problemi alle vie urinarie. Si tratta di una piccola bacca dal colore rosso e dal sapore agrodolce ma gustoso e le sue virtù sono ideali nella prevenzione e nella cura di svariate patologie come l’osteoporosi, la carenza di antiossidanti, le cardiopatie e quelle legate alle vie urinarie, come già sottolineato.

Le proprietà del frutto cranberry
Il cranberry, comunemente chiamato mirtillo rosso, è ricco di innumerevoli nutrienti che lo rendono particolarmente indicato nella cura e prevenzione di patologie più o meno gravi. In primis è ricco di calcio ed è quindi l’ideale per rafforzare naturalmente le ossa anche nei casi di osteoporosi già accertata, mentre la sua concentrazione di tannini e vitamina C lo rendono un ottimo anti-infiammatorio capace di inibire i batteri, un toccasana in caso di infiammazioni alle vie urinarie e aeree. Addirittura alcuni studi hanno evidenziato che un consumo giornaliero di circa 30 cl di succo puro di cranberry scongiurano l’insorgenza di cistite e infezioni analoghe. Inoltre questa bacca rossa e gustosa è anche un vero concentrato anti-age grazie alla presenza di notevoli quantità di vitamina E, Beta-carotene, e flavonoidi consumato regolarmente aiuta l’oirganismo a contrastare i processi ossidativi causati dall’attaccod ei radicali liberi. In commercio esistono anche moltissimi cosmetici contenenti estratti del frutto cranberry proprio per queste sue potenzialità anti-invecchiamento e anti-infiammatorie. Infine, grazie al suo contenuto di fibre la bacca rossa combatte attivamente gli accumuli di grasso e colesterolo riducendo sensibilmente la cellulite e la ritenzione idrica e di conseguenza anche le vie urinarie verranno stimolate incentivando l’eliminazione di scorie.

Il cranberry per curare i problemi alle vie urinarie
Il frutto cranberry, il cui nome scientifico è Vaccinium macrocarpon Aiton, si rivela particolarmente utile nella prevenzione e cura dei problemi alle vie urinarie e in particolare è un toccasana in caso di cistite. Come detto questa bacca rossa ed acidula al palato svolge un’azione anti-infiammatoria degna di nota ed inibisce i batteri: la cistite infatti è un disturbo derivante da una proliferazione di specifici batteri. Non solo, il frutto cranberry è ricco di polifenoli chiamati proantocianidine e che riescono a non far aderire i batteri causa dellaw cistite alla mucosa della vescica. Per godere degli effetti benefici e delle proprietà del cranberry è utile sorseggiare succhi freschi a base proprio di mirtillo rosso, oppure ricorrere ad integratori alimentari e preparati fitoterapici ed erboristici che lo contengono. Per prevenire invece tutti i più comuni disturbi alle vie urinarie è consigliabile assumere prodotti ad hoc a base di mirtillo rosso ogni giorno, oppure fare dei trattamenti sporadici nei periodi in cui le difese immunitarie potrebbero calare. Per esempio potreste seguire un trattamento naturale e difensivo che stimolerà anche la diuresi e ad effetto detox e drenante in primavera e a fine estate, scongiurando l’insoirgenza di fastidiose cistiti e fastidi alle vie urinarie.

Le controindicazioni del frutto cranberry
Il frutto cranberry è un vero toccasana grazie alle sue innumerevoli proprietà ed eccipienti ed è in generale molto ben tollerato ad ogni età. È comunque consigliabile consultare il proprio medico curante qualora si decidesse di intraprendere una cura con cranberry, soprattutto se si soffre di patologie più o meno croniche e se si stanno assumendo farmaci. Inoltre è sconsigliabile assumere più di 1 litro di succo di mirtillo rosso al giorno e anche i trattamenti con integratori non vanno assunti per periodi troppo lunghi. Il rischio è quello di sviluppare calcoli ai reni, acidità di stomaco e nausea: seguire sempre le indicazioni del consumatore e la posologia suggerita dal vostro medico. Chi invece è allergico o sensibile agli effetti dell’acido acetilsalicilico, chi soffre di gastrite e reflusso gastroesofageo, calcoli, ipolcloridria è meglio non usi il frutto cranberry, specie con terapie fai da te. Il mirtillo rosso è naturale e benefico ma non è mai da considerarsi un sostitutivo dei farmaci tradizionali e va assunto con parsimonia e sotto controllo medico.