Le spezie rappresentano un modo semplice e salutare per insaporire le pietanze senza dover ricorrere forzatamente all’uso tradizionale del sale, un nemico della dieta e della salute. 

Le spezie possono dire molto sulla cucina di una cultura e sono utilizzate in un’ampia varietà di cibi salati e dolci. 

Le spezie provengono dalla corteccia, dai germogli, dalle radici, dai semi o dagli steli di varie piante o alberi. 

In questo articolo scopriremo alcune delle spezie più utilizzate in cucina e quali sono i cibi che beneficeranno della loro presenza. 

Cucinare con le spezie

Pimento

Il pimento ha un sapore molto particolare derivante da una combinazione di cannella, noce moscata e chiodi di garofano. Questa spezia viene utilizzata sia nella preparazione di piatti salati che nella preparazione dei desserts. 

Il pimento aggiunge un sapore distinto ai prodotti da forno come torte speziate o dessert a base di zucca. Si tratta di una spezia estremamente diffusa soprattutto nella preparazione di piatti tipici della cucina sudamericana e giamaicana.

Anice

L’anice conferisce agli alimenti un sapore dolce simile a quello della liquirizia. Viene spesso utilizzata nella cucina del sud-est asiatico per aggiungere sapore a pane, bevande come il tè caldo caldo e per dare un sapore più deciso a piatti a base di maiale e pollame.

Cardamomo

Il cardamomo ha un aroma forte e un sapore caldo, un mix interessante di speziato e dolce. È comunemente usato in pasticceria e nella preparazione di piatti dolci o salti a base di riso. Il suo gusto molto intenso, rende il cardamomo una spezia da usare con parsimonia. Viene ampiamente utilizzato nelle tradizioni culinarie delle Indie orientali e in quelle scandinave (Danimarca, Norvegia e Svezia).

Pepe di Cayenna

La Cayenne è una polvere forte e speziata a base di peperoncini tropicali. Con oltre 200 varietà, è comune a molte cucine come la cucina africana, cajun, cinese, indiana, messicana, sudamericana e del sud-est asiatico. Il pepe di Cayenna può essere utilizzato in una varietà di piatti come un’insalata di pollo, una minestra di verdure o un pesce al forno.

Cannella 

La cannella è una spezia fragrante con un sapore dolce, legnoso e fruttato. E’ disponibile in diverse declinazioni e, sebbene il suo aroma possa far pensare ad un ingrediente ideale per dolci e desserts, la cannella è in realtà estremamente versatile e può essere impiegata nella preparazione di stufati, zuppe e piatti dal sapore orientale a base di curry. 

Chiodi di Garofano

I chiodi di garofano forniscono un gusto dolce e speziato a ricette dolci e salate. E’ possibile utilizzarli nella preparazione di prodotti da forno e bevande calde. Possono essere usati interi o macinati. Dato il loro aroma particolarmente intenso, è consigliabile utilizzare i chiodi di garofano con moderazione nelle pietanze per non alterarne eccessivamente il sapore.

Coriandolo

I semi di coriandolo sono semi secchi che provengono dalla pianta omonima, il coriandolo appunto. I semi di coriandolo hanno il sapore che ricorda una combinazione di limone, salvia e cumino. Questa spezia può essere utilizzata per piatti a base di curry, zuppe e bevande calde come il vin brulè. Viene spesso impiegato nella cucina indiana, messicana, asiatica e caraibica.